Login
Accedi

Grande Guerra mtb:forte Verena di stefano alinovi il 27/04/17 alle 07:23

Download
Download

Distanza
40.72 Km
Durata
04:36:42
Velocità media
8.83 Km\h
Dislivello positivo/negativo
+1437 / -1359 m
1 Salita Via Roma 551, Rotzo 7.87 Km 01:20:12 +734 m. dettagli »
2 Discesa Via Verenetta 3.31 Km 00:15:09 +2 m. dettagli »
3 Salita Via Campiglio 20 9.84 Km 01:44:43 +725 m. dettagli »
4 Discesa Strada Provinciale 349 1 14.47 Km 01:01:07 +21 m. dettagli »
5 Discesa Via Raut 132, Rotzo 2.02 Km 00:05:32 +0 m. dettagli »
 

Partenza07:23:04
Arrivo12:39:06
Durata allenamento05:16:02
Velocità max60.12 Km\h
Altitudine863-2092 m
BiciHabit
AttivitàMTB

Inaspettatamente uno sprazzo di sole penetra dalle finestre, gli uccellini cinguettano fra le siepi....la decisione è presa con rapidità e con rapidità ci cambiamo. Il tempo di oliare le catene e si va. Direzione forte Verena (quota 2000). Saliamo per asfalto per velocizzare la salita (non sappiamo quando verrà a piovere). La nebbia ci avvolge come nelle migliori tradizioni della bassa, ma saliamo. Poi giriamo seguendo le indicazioni per forte Verena. Dalle parti del monte Erio ci rendiamo conto di aver sbagliato qualcosa. Avevo scaricato una traccia.... ci siamo su e seguiamo quella. Poi dubbiosi chiediamo lumi ad un montanaro che passa per la bella inghiaiata col suo piccolo fuoristrada. Ci indica la via migliore...che è anche quella che avevo sul navigatore. La via però è lunga... l'inghiaiata sale dolce dolce...ma intanto non piove, anche se preoccupanti nuvoloni si vanno addensando. Passiamo Malga Verena e cominciamo a salire verso il forte. Lunghi tornanti ci avvicinano al forte che sta sempre la sopra. Sembra che lo spostino progressivamente. Finalmente arriviamo in vetta. Siamo al forte. Nebbia e vento rendono l'atmosfera di 100 anni fa. Per accentuare l'atmosfera comincia a piovere e a nevicare.... Ci ripariamo alla meglio nel forte (che visitiamo velocemente) e comiciamo a vestirci per la discesa. Indossiamo tutto quello che abbiamo. Dentro il forte risuonano rumori strani, antichi echi di di cannonate, lamenti di feriti....una atmosfera davvero particolare. Probabilmente è il vento che rimbomba all'interno della vecchia costruzione diroccata, ma fa parecchio impressione e fa anche freddo. Cominciamo a scendere veloci. Scendendo il vento si placa e un solicello timido appare fra le nubi. Ci scalda quel tanto che ci permette di arrivare al rifugio Campolongo. Mentre il cielo si oscura nuovamente cominciamo a scendere veloci verso Rotzo. Ma l'asfalto non è nelle nostre corde, dopo un pò giriamo per un sentierello che taglia via un pò di bitume. Mentre affrontiamo l'esile tracciola un tuono fortissimo strappa il silenzio. Anche gli uccellini tacciono. Ben presto ritorniamo su asfalto, ma ancora non piove....allora...altra deviazione su bella strada bianca.... Arriviamo a Rotzo che pioviggina. Poche pedalate e siamo a casa. Mentre sistemiamo le bici il cielo apre i rubinetti...

segnalaSegnala traccia sospetta ai moderatori

 
Se ritieni che questa traccia sia sospetta, invia una segnalazione ai moderatori affinchè controllino. Il tuo username sarà inviato con la segnalazione

Motivo segnalazione

Nome settore

Crea settore »
Conferma eliminazione di questo settore?

Rigenerare le statistiche e il percorso di questo allenamento?

Nuovo nome:


MTB-Forum.it | 2012-2019 Training Camp v.1.6 rev 05