Login
Accedi

a Rigollo c'è sempre il sole di stefano alinovi il 15/12/16 alle 10:35

Download
Download

Distanza
46.08 Km
Durata
03:19:40
Velocità media
13.85 Km\h
Dislivello positivo/negativo
+1121 / -1154 m
1 Salita Via Montesanto 6, Salsomaggiore Terme 6.14 Km 00:33:38 +233 m. dettagli »
2 Salita Località Case Costello 13 3.18 Km 00:20:03 +182 m. dettagli »
3 Discesa Località Pontegrosso 7 4.5 Km 00:13:10 +2 m. dettagli »
4 Salita Strada Provinciale 109 4.76 Km 00:22:45 +163 m. dettagli »
5 Discesa Strada Stuzzano 23 1.56 Km 00:03:25 +0 m. dettagli »
6 Salita Strada Stuzzano 23 3.61 Km 00:22:59 +211 m. dettagli »
7 Discesa Località Magnani 36 3.56 Km 00:15:20 +7 m. dettagli »
8 Salita Strada Provinciale 109 5.74 Km 00:36:44 +320 m. dettagli »
9 Discesa Località Pontegrosso 7 1.99 Km 00:05:02 +0 m. dettagli »
10 Discesa Località Casalino 6, Casalino 4.78 Km 00:13:28 +20 m. dettagli »
 

Partenza10:35:36
Arrivo14:20:43
Durata allenamento03:45:07
Velocità max64.8 Km\h
Altitudine142-585 m
BiciCan sc 29
AttivitàMTB

Le cure termali buttano un pò a terra, ma mi sono fatto forza e dopo fanghi (per fare allenamento), bagni e percorsi idro-vascolari sono uscito nella nebbia e nel freddo pungente per fare un giro in mtb. Dove andare? Ho deciso di andare verso Rigollo, per trovare un pò di sole. A Rigollo c'è sempre il sole e la temperatura è sempre gradevole. Salgo dal golf fino a Grotta e poi guadagno Pietranera uscendo dalla caligine basso padana. Anche se priva di nebbia la discesa fino a Besozzola fornisce sempre gelide senzazioni. Taglio per la vecchia strada e scendo in fondovalle. Con la nebbia che va e viene comincio la salita per Stuzzano. Fra ombra e sole scendo nella gelida valle dello Stirone Rivarolo e comincio a salire verso Rigollo. Le temperature si fanno gradevoli e mi gusto il pallido sole fino al passo di Borla. Per scendere scelgo la via sterrata dei Magnani che è meno fredda della strada di Borla. Scendo nella nebbia che mi appanna gli occhiali ed approdo a Trinità. Accendo il fanalino posteriore e comincio la salita per Aione. La nebbia va e viene ma il freddo rimane deciso e poco gradevole. Folate di gelida "fumara" vanno e vengono regalando al paesaggio un'aura davvero misteriosa. La nera rupe di Pietranera incombe. Scendo a Grotta con attenzione alla strada viscida e mi immetto nel sentiero nel bosco per Faieto. La foschia che avvolge il sentiero lo rende assai divertente e misterioso. Scendo la carraia di Faieto a Cangelasio quasi alla cieca. Gli occhiali sono bagnati, ma a toglierli si sente il gelo sulla faccia e gli occhi lacrimano. Strigo i denti e cerco di non prestare attenzione alle mani doloranti dal freddo nei guanti ormai bagnati dalla nebbia e dal sudore. Con l'ultimo mio grido di animale rientro in Salso. La piazza deserta del primo pomeriggio mi vede passare infreddolito. Ma ormai sono a casa, gatto e doccia mi aspettano

segnalaSegnala traccia sospetta ai moderatori

 
Se ritieni che questa traccia sia sospetta, invia una segnalazione ai moderatori affinchè controllino. Il tuo username sarà inviato con la segnalazione

Motivo segnalazione

Nome settore

Crea settore »
Conferma eliminazione di questo settore?

Rigenerare le statistiche e il percorso di questo allenamento?

Nuovo nome:


MTB-Forum.it | 2012-2019 Training Camp v.1.6 rev 05